L'ammissione ai locali del Circolo


Art. 72 - Sono ammessi alla normale frequenza del Circolo i Soci ed i rispettivi coniugi, col consenso dei Soci stessi.    

Art. 73 - Alle feste, agli intrattenimenti sociali ed alle cene, possono partecipare, oltre ai familiari conviventi a carico, quelle persone che il Consiglio Direttivo ritenga opportuno invitare, dietro suggerimento dei Soci.    

Art. 74 - Possono essere ammessi a frequentare i locali del Circolo, per un periodo da determinarsi di volta in volta, in qualità di invitati del Consiglio Direttivo, coloro i quali, avendo altrove la loro residenza, si trovino in Ravenna per breve tempo nonché, per un periodo non superiore a tre giorni, coloro che risiedano a Ravenna e desiderino conoscere il Circolo stesso.    

Art. 75 - I non Soci possono essere invitati al Circolo per non più di tre volte, nell'arco di un anno.    

Art. 76
- Quanti indicati nell'articolo precedente, per avere accesso al Circolo, debbono essere segnalati dal Socio ospitante al Maestro di Casa, il quale provvederà ad annotarne i nominativi  in un apposito "Registro delle presenze degli ospiti".    

Art. 77 - Il Socio che ha invitato qualcuno nelle sale del Circolo, deve personalmente e per esso rispondere, fosse anche per soddisfare alle obbligazioni del medesimo, contratte con i Soci e con il gestore del bar-ristorante.    

Art. 78 - Il Consiglio Direttivo può invitare, a tempo indeterminato, quelle persone che, per particolari considerazioni e meriti, reputi ad onore del Circolo, o ritenga di particolare convenienza accogliere nelle sale del Circolo, e ciò facendo astrazione da quanto stabilito negli articoli precedenti; tali persone possono essere designate, dallo stesso Consiglio, come Soci onorari.    

Art. 79
- I Soci dimissionari e coloro i quali abbiano presentato domanda d'ammissione che non sia stata accolta, non possono partecipare, in alcun modo, alle manifestazioni organizzate dal Circolo.