Il Patrimonio - L'Esercizio sociale - Il Bilancio


Art. 56 - Il Patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito:    
A) dal patrimonio mobiliare ed eventualmente immobiliare di proprietà dell'Associazione;    
B) dai contributi, erogazioni e lasciti diversi;    
C) dagli avanzi di gestione;    
D) da ogni altro bene e diritto di cui l'Associazione sia entrata in possesso a titolo legittimo.                    

Art. 57
- Il Patrimonio non può essere destinato a finalità diverse da quelle per le quali l'Associazione è stata costituita, ed è indivisibile finchè dura l'Associazione.   

Art. 58 - I Soci espulsi, radiati o dimissionari non possono pretendere una quota del patrimonio dell'Associazione.    

Art. 59 - Le entrate sociali sono costituite:    
A) dalle tasse di ammissione e dalle quote associative annuali;    
B) dalle raccolte pubbliche di fondi effettuate occasionalmente, ai sensi dell'articolo 108, comma 2-bis, del D.P.R. n. 917/1986;
C) dai proventi delle iniziative assunte dall'Associazione nel rispetto delle proprie finalità istituzionali;    
D) da ogni ulteriore entrata derivante all'Associazione a qualsiasi legittimo titolo.  

Art. 60
- Le eventuali somme versate per la tessera e per le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso.

Art. 61 - L'Esercizio sociale va dal 1° Gennaio al 31 Dicembre di ciascun anno.

Art. 62
- Il Bilancio consuntivo comprende la situazione economica, patrimoniale e finanziaria relativa a ciascun esercizio, mentre il Bilancio preventivo reca il presumibile fabbisogno del successivo esercizio.    

Art. 63
- Il Bilancio preventivo e quello consuntivo sono redatti materialmente dal Segretario e dal Tesoriere, approvati dal Consiglio Direttivo e sottoposti al vaglio ed all'approvazione dell'Assemblea dei Soci, secondo modalità e termini di cui al presente Statuto. Il Bilancio consuntivo è sottoposto alla valutazione del Collegio Sindacale il quale predispone una relazione che presenta all'Assemblea.    

Art. 64
- Il Bilancio consuntivo e quello preventivo devono essere predisposti dal Consiglio Direttivo e presentati in Assemblea per l'approvazione, rispettivamente, entro il 30 Giugno ed entro il 31 Dicembre di ciascun anno.