La Storia del Circolo

Introduzione

Il nostro Circolo dal 1860

Il Circolo Ravennate e dei Forestieri mantiene viva la più alta tradizione associativa cittadina, promovendo attività culturali e ricreative negli esclusivi locali della propria prestigiosa sede, il quattrocentesco Palazzo Rasponi, collocato nella Zona Dantesca tra Via Corrado Ricci e Via Guido da Polenta.
Si perpetua, ancora oggi, l'attività di un antico sodalizio - Il Circolo Ravennate, sorto nel 1860 - avendone recuperato i principi fondanti con la moderna cultura positiva dello star bene insieme.

Il Presidente Rossi ha ben ricostruito qui la bella storia del Circolo, così richiamando nei nostri Soci l'orgoglio dell'appartenenza, in altri Ravennati e Forestieri l'ambizione di farne parte, nella nostra Città la consapevolezza di avere sempre avuto all'interno del proprio centro storico un'Associazione assai significativa per la vita sociale ravennate, tra il XIX ed il XXI secolo.

Si ringrazia, per la consulenza e la testimonianza storica, l'Avv. Massimo Stanghellini Perilli, la cui famiglia ha partecipato a tutta la vita del Circolo Ravennate fin dalle sue origini (il nonno di Massimo, Mederico Perilli, divenne Consigliere del Circolo già nel 1875).

Si dedica questa pubblicazione a tutti i Soci che hanno sostenuto e reso vitale il Circolo per oltre un secolo e mezzo.

Si rende omaggio agli studiosi ravennati scomparsi, Prof. Lorenzo Miserocchi, Dr. Gaetano Ravaldini e Prof. Umberto Foschi, dalle cui preziose ricerche si è attinto; si ringraziano il Dr. Giuseppe Gardella per le ricerche d'archivio, le Edizioni Tonini, Longo, Stella, Girasole, per avere fornito le fotografie d'archivio, l'Arch. Ardia Marzetti Scaini, Anna Maria Valli Spizuoco, Gianpiero Corelli per l'apparato fotografico.

                                                           Il Consiglio Direttivo